Al momento stai visualizzando 21 DICEMBRE SOLSTIZIO D’INVERNO

21 DICEMBRE SOLSTIZIO D’INVERNO

21 DICEMBRE Solstizio D'inverno L'INCONTRO TRA LUCE E BUIO

Il 21 dicembre Il solstizio d’inverno è un momento di passaggio, ecco perché viene celebrato dall’antichità, ovunque nel mondo: è la mezzanotte del ciclo solare, un momento di transizione tra oscurità e luce, tra un periodo dall’energia vecchia e pesante ed un altro caratterizzato da una ventata d’aria fresca e frizzante che ci parla di rinascita, di nuovi progetti, di crescita.

Solstizio, dal latino solstitium, composto da sol “sole” e da un derivato di stare “fermare, fermarsi”, rappresenta il momento di stasi del sole. In effetti, il giorno del solstizio d’inverno, sembra che il sole smetta di muoversi all’orizzonte. Quando il sole tocca la sua massima declinazione in corrispondenza del tropico del Capricorno, è il giorno più corto dell’anno nell’emisfero Nord e la notte stende un velo di silenzio sul mondo.

È buio e freddo, il sole ferma la sua corsa nel cielo, tutto è sospeso. Un incontro di entrambi sta accadendo il campo collassa!

 

Ti domanderai: com’è possibile che quando la Luce e il buio si incontrano collassa il Campo?

Sì, è proprio così. Quando abbandoni la necessità di sapere o di fare, quando diventi semplicemente spettatore, quando riconosci in te sia la Luce che l’ombra (buio), solo allora l’energia collassa perché sta proprio in questo “unico punto di incontro”, la Fonte del “vero potere”.
 

Abbondonare volontariamente la necessità di svolgere un’azione, smettere di giudicare se un’azione è buona o cattiva, lasciare andare le emozioni e le percezioni che arrivano dalla tua mente (nel passato)…, questo “non fare” provoca il collasso della situazione problematica e l’energia divina, che sa riorganizzarsi, semplicemente perché È, riallinea tutto il Campo.

Devi solo permettere che questo accada naturalmente; lasciare uno spazio vuoto senza contaminarlo con i tuoi pensieri; lasciare agire naturalmente il vuoto, che vuoto non è, ma è permeato di Intelligenza pura.
 
Scegliere di non fare nulla…, anche questa è una decisione che muove tutto il Campo.
 
Dare potere a “tutto ciò che è”, dare potere al vuoto, non mettersi in mezzo, ma fidarsi della Sorgente, è un atto di completa fiducia verso la Perfezione e, proprio per questo, facendo così collassare l’energia, accade il “Miracolo”.
Il “Miracolo” non è altro che correggere la mente dalle sue convinzioni distorte… . Lascia che la Luce trovi la direzione giusta e perfetta per realizzare il meglio per te.
Tu non puoi sapere come fare, perché ti è stato insegnato solo ad avere paura e a difenderti. Da chi? Dai tuoi fantasmi, naturalmente. “Il vero nemico sei te stesso”
In realtà un “Miracolo” avviene semplicemente lasciando andare la situazione e guardando la devastazione operata dal tuo ego, senza giudicarla, ma amandola.
PERMETTI UN PUNTO DI INCONTRO TRA IL CIELO E LA TERRA, L’ALTO E IL BASSO…, TUTTO DENTRO LA TUA MENTE… .

Acquisisci consapevolezza di questo principio e proiettalo fuori di te, nell’ambiente esterno. Per fare accadere un “Miracolo”, devi permettere allo spazio vuoto (spazio vuoto si intende tra te e il problema), di essere libero di agire e questo avverrà per il tuo massimo bene supremo.
Quando pensi: “… non so che fare…” e rimani ad osservare il “non so che fare”, senza emozioni, senza attaccamenti, senza nulla di nulla, provochi il collasso del Campo 3D.

FAI AGIRE LA LUCE E L’AMORE!
Permetti al Campo unificato del Cuore (frequenza 5D) di battere nell’UNO, anche se solo per un brevissimo istante, creando un punto di unione che attiva tutta la Creazione e che indirizza l’energia verso la perfezione.
I fotoni possono muoversi avanti e indietro nel tempo per creare una Santa Congiunzione (Spirito Santo) che dà origine al Momento Presente dell’Eterno qui ed ora.
In realtà, facendo collassare il tempo, unendo i punti di incontro tra la Luce e il buio (ombra), entri nel “non-tempo”.

L’energia si dissipa ed entra in un Campo coerente.
 Per questo, è arrivato il momento di acquisire consapevolezza su come osservare il Campo.
 È necessario lasciare andare il bisogno di fare o pensare qualcosa, per permettere che siano l’Intelligenza e il Potere Universale a occuparsi della ristrutturazione e della trasformazione del Campo. 

Quando ti poni delle domande su qualsiasi “cosa devo fare”, blocchi il flusso di energia intelligente perché il vuoto o punto di incontro che può compiere il “Momento Santo”, consente la realizzazione del tuo intento e così anche della tua guarigione.

Ricorda: la chiave principale per realizzare un’intenzione è il vuoto perfetto che saprai creare nella tua mente.

Non intralciare il tuo stesso cammino, non sabotarti, ma abbi fiducia in ciò che sei: 

LUCE che crea MATERIA.

Realizza il “non fare” che significa: “Permettere alla tua Divinità di agire per te”.

La 5D (quinta dimensione) conosce il Tutto, lasciandolo agire

La 3D (terza dimensione) non si conosce, ha dimenticato la sua autentica origine, operando prevalentemente per paura e/o per difesa.

L’IDEA DI POTER CONTROLLARE GLI SCHEMI ENERGETICI DELL’UNIVERSO, NON È NIENTE ALTRO CHE UNA ILLUSIONE… .Quando sarai veramente consapevole di ciò, occuperai il tuo vero posto “Regale” e ogni cosa sarà compiuta attraverso di te, ma non da te (il vuoto realizzerà tutto il meglio per te)… .

Il “non agire” crea il punto di incontro (vuoto) in un Potere Superiore e se permetti questo, puoi concretamente manifestare la Volontà Superiore Perfetta (Volontà Suprema) attraverso di te.

 
 
Ogni sera alla mezzanotte fino al 24 dicembre accendi una candela con l’intenzione di dare forza alla tua LUCE INTERIORE!
 
Che tu possa splendere dolce e meravigliosa ANIMA!
 
Avanti

Con amore e Luce 

Buon solstizio! 

 

Lascia un commento

venti + 19 =